Back to Top

La fine dell' impresa è ancora lontana

Print Print Email Email

Oggi 23 Novembre il reparto si è dato molto da fare. A causa della pioggia i ragazzi che dovevano trovare i finanziamenti sono rimasti con noi in sede, a causa del mal tempo che ha imperversato durante tutta l'attività. Ovviamente non ci siamo scoraggiati affatto, e ogni gruppo dava una mano dove serviva. I più grandi sviluppi ci sono stati nel campo della costruzioni dei fucili: seguendo il modello del prototipo costruito da Andrea, i ragazzi di tutti i gruppi si sono messi a intagliare il legno per le sagome, che saranno necessarie per i futuri spara vernice, tutto questo sotto l'occhio vigile dei capi reparto. Anche se la pioggia non diminuiva e il vento aumentava, i ragazzi del campo da gioco hanno indossato il k-way, e con il badile in spalla sono andati a scavare le buche per la seconda torretta, tutto questo dopo aver terminato le legature della prima. Noi tre che stiamo scrivendo ciò che tu stai leggendo ora, continueremo a informarvi sul proseguire della nostra grande impresa.

l'impresa continua...

Print Print Email Email

Oggi 16 novembre la nostra impresa è ricominciata. Ogni gruppo ha continuato ciò che aveva iniziato la volta scorsa. Ci sono stati numerosi sviluppi:

  • Progettazione e realizzazione dei fucili spara vernice: “Questa settimana siamo riusciti a costruire il primo prototipo del fucile, composto da: due sagome di legno della grandezza di circa 50 cm, un tubo di plastica di 40 cm e di diametro 42 mm, un grilletto in ferro e un elastico in telo. Fucile di semplice fabbricazione manuale, che secondo il nostro punto di vista, dovrebbe sparare, con semplice meccanismo, le palline di vernice che useremo per giocare”

-Andrea, pregettazione e realizzazione fucili-

  • Sviluppo e ricerca delle munizioni di vernice: “Abbiamo deciso di comprare le munizioni su internet, perché più facili da reperire. Abbiamo anche cercato a Facca, al negozio di softair, ma senza risultati. I proiettili saranno di calibro 6,8 mm”.

-Davide, sviluppo e ricerca munizioni-

  • Finaziamenti: “Divisi in 3 gruppi, siamo partiti a vendere calendari scout a Cittadella, per raccimolare il denaro necessario, che ci servirà per comprare i proiettili e i pezzi per i fucili.

-Tommaso, finaziamenti-

  • Ideazione e realizzazione del campo e delle protezioni di sicurezza: “Siamo riusciti a terminare la prima torretta che ci servirà per giocare. Dopo aver scavato delle buche, abbiamo piantato i pali alle estremità, e mediante legature abbiamo collegato i vari pali fra di loro.

-Marco, ideazione e realizzazione del campo e delle protezioni di sicurezza-

Inizio dell'impresa

Print Print Email Email

Anche quest'anno è iniziata la nostra leggendaria impresa di Reparto.

Questa volta il traguardo comune sarà molto difficile da raggiungere: una grande ed emozionante sfinda a paintball.

Come è logico pensare sarà tutto completamente creato da noi, dai fucili, al campo da gioco, dai proiettili al finanziamento per poter realizzare tutto questo. Come prima azione ci siamo divisi in cinque gruppi, differenziati dai diversi compiti che ciascuno di essi dovrà svolgere:

  • progettazione e realizzazione dei fucili spara vernice: Andrea e Francesco, Marco, Luca, Stefano;
  • ideazione del campo e delle norme di sicurezza: Marin, Marco, Nicholas, Aberto, Tommaso; 
  • finanziamenti: Tommaso, Enrico, Andrea, Nicola, Francesco, Federico;
  • sviluppo e ricerca delle munizioni in vernice: Davide, Valerio, Jacopo, Mattia, Giovanni, Mose;
  • redazione degli articoli sul paintball: Giuseppe, Davide, Nelson;

La Sq. Pipistrelli vi racconta: l'impresa di squadriglia

Print Print Email Email

Sabato 11 febbraio i capi squadriglia dei Reparti San Giorgio e Brownsea hanno interpretato una piccola scenetta per introdurre l'impresa di squadriglia, che ci occuperà fino all'estate. Come ogni anno arriva il momento in cui viene chiesto alle squadriglie di mettersi alla prova per progettare e realizzare delle attività che vadano a loro beneficio. In alternativa le squadrigie che ne sentono il bisogno o la voglia possono mettersi alla prova in una specialità, ossia un insieme di piccole (o grandi) imprese volte a dimostrare e migliorare le proprie competenze in un determinato ambito.
Ogni squadriglia si è dunque riunita per pensare a qualche idea e confrontarsi nei loro angoli, dopo circa mezz'ora il reparto si è riunito e ogni squadriglia ha fatto una scenetta per presentare in modo fantasioso il proprio progetto agli altri. Nessuna squadriglia purtroppo ha optato per la specialità , hanno infatti tutti deciso di impegnarsi in un impresa, sentendo la necessiatà di sistemare il proprio materiale la cui cura era stata trascurata. In particolare le tre nuove squadriglie devono creare o sistemare il loro materiale, impegnandosi dunque in attività di autofinanziamento.
Abbiamo tempo fino a fine anno per finirla non calcolando eventuali uscite, vedremo quale sarà il risultato!

-sq. Pipistrelli

La Sq. Arzavole vi racconta: il Campo Invernale

Print Print Email Email

Durante le vacanze di Natale i Reparti San Giorgio e Brownsea si sono messi alla prova con un campo invernale: siamo partiti il 27 dicembre, abbiamo preso il treno per padova e una volta arrivati alla stazione centrale ci siamo messi lo zaino in spalla e abbiamo camminato fino al patronato San Carlo Borromeo.

Dopo aver messo giù gli zaini abbiamo pranzato con ciò che ci eravamo portati da casa e il pomeriggio i Capi Squadriglia ci hanno proposto grande gioco! Questo gioco consisteva nel recuperare la bandiera della squadra avversaria senza farsi leggere un numero scritto su un cartellino tenuto sulla fronte.

La sera i Vice capi Squadriglia hanno organizzato il fuoco di bivacco: abbiamo cantato, giocato e inscenato delle scenette divertenti! Per noi la più divertente è stata quella dalla Sq. Aquile.

La mattina successiva si è tenuto il torneo di scoutball tra le Squadriglie, questo è stato molto divertente ed inoltre durante il torneo abbiamo potuto osservare giocare i novizi che hanno superato le aspettative! Durante il torneo ci hanno presentato i cambusieri, che avrebbero messo gentilmente a disposizione il loro tempo per cucinare pranzo e cena per noi.

Nel pomeriggio siamo andati verso il centro di Padova e ci siamo fermati al prato della valle, qui i capi ci hanno proposto un’attività che consisteva nel compiere delle prove in giro per il centro cittadino! Per fare qualche esempio: abbiamo dovuto cantare una canzone natalizia di fronte ai passanti, disegnare una mappa della piazza, intervistare persone per conoscere la storia del caffè Pedrocchi e di Padova. Questo ci ha permesso di conoscere meglio questa città e di affinare la nostre capacità.

Dopo la cena si sono svolte le promesse per 14 novizi che sono entrati a far parte del reparto! Questa cerimonia molto importante si è svolta all'interno della chiesa della Parrocchia di San Carlo, i novizi erano particolarmente agitati ma questo non li ha fermati erano ben preparati grazie a questi primi mesi passati in reparto e al supporto delle loro squadriglie.

L’ultima mattina abbiamo pulito gli spazi che abbiamo usato, sperando di lasciare il posto migliore di come l’abbiamo trovato. Poi ci siamo incamminati verso la stazione per il ritorno. Il campo ci è piaciuto molto e speriamo che in futuro ci siano campi altrettanto belli.

Auguriamo a tutti buona caccia,

Sq. Arzavole.

Page 8 of 9